ALESSANDRO MONTELLI

Alessandro Montelli
Alessandro Montelli

Alessandro Montelli nasce a Bari il 7 Agosto 1991, e si avvicina alla musica sin da piccolo seguendo corsi di musica d’insieme, sino ad arrivare alla scelta dello studio di uno strumento vero e proprio.
Grazie alla volontà dei genitori nel fargli intraprendere lo studio del pianoforte, a 10 anni, Alessandro inizia un percorso col maestro Domenico “Mimmo” Bruno, seguendo lezioni private presso l’associazione culturale di Bitritto “Orizzonti musicali”.
Seguono sette anni di studi prettamente classici che lo portano ad esibirsi in saggi di fine anno, permettendogli di avere fin da subito un confronto con il pubblico. Durante questi anni Alessandro inizia ad esplorare la musica e ad appassionarsi al rock, soprattutto americano (ascoltando gruppi come Green Day, Good Charlotte, Simple Plan, Sum 41..) e nasce in lui il bisogno di metter su una propria band per esprimersi come cantante, cantautore, e pianista. Inizia ad abbozzare nella sua camera le prime canzoni con una chitarra regalatagli dalla nonna, ed essendo per metà canadese, riesce da subito a dedicarsi alla scrittura in lingua inglese, oltre che a quella italiana.
Nel 2009, dopo varie esperienze di musica d’insieme e di esibizioni con il laboratorio musicale gestito da Raffaele Nicolì nel Liceo linguistico “Marco Polo”, che Alessandro frequenta, viene contattato per entrare a far parte di un primo gruppo a cui poi da il nome di “Senza Filtro”, per indicare non solo il banale e primo significato che giunge alla mente ovvero, quello di una sigaretta senza filtro, bensì quello di una musica che non venga filtrata attraverso generi o gusti precisi, ma che venga presa così come viene, senza prefissarsi uno standard magari già esistente. L’idea è quella di non puntare ad un genere preciso ma scrivere e comporre belle canzoni, dettate dal cuore e dall’esperienza di ogni giorno.
Con questo gruppo Alessandro registra il suo primo inedito “A Bari” (testo scritto da lui e musica arrangiata con la band) nello studio di registrazione “Garage Sound” di Bari. Un brano a tema sociale che parla della propria città, e che prende parte alla compilation di “Emilab”, un laboratorio online indetto dal sindaco di Bari, Emiliano.
Nonostante un grande impegno iniziale, i Senza Filtro si sciolgono poco dopo la registrazione in studio, e Alessandro si ritrova pian piano a metter su una nuova band, questa volta con due amici d’infanzia con cui forma i “Never Stop” e che col tempo cambieranno nome in “Winter Ate Summer”. Nonostante le varie difficoltà e gli assestamenti iniziali, scrive il suo secondo inedito, questa volta in inglese, “Don’t go away”, dolce ballad al pianoforte che racconta quella che è stata la delusione del primo amore.
Acquisendo esperienza, suonando soprattutto nelle piazze, alle feste del paese, e nelle scuole durante le varie giornate dell’arte, Alessandro porta avanti un progetto ben preciso.

Durante i 4 anni successivi (dal 2009 al 2012) egli si impegna frequentando lezioni di canto, e migliorandosi anche da autodidatta, e nonostante i diversi cambi di formazione nella band, che ne rallentano la fase produttiva, Alessandro continua a scrivere inediti che arrangia poi con il suo gruppo seguendo le influenze pop-rock, e hard rock dei vari componenti e li presenta in vari live, tra i quali significativi quello in Piazza Ferrarese per la giornata dell’arte organizzata dal Liceo “Marco Polo”, e quello per la partecipazione nel 2012 alla seconda edizione del “Rec ‘n’ Play music contest” presso il “Nord Wind” disco pub.

Alessandro si impegna anche da solo in varie manifestazioni ed eventi musicali, partecipa al contest “Una voce da pub” nel 2012 tenutosi al Joy’s Pub a Bari, al concorso “Best singer” all’Oasi San Martino (Acquaviva delle fonti) e annualmente si esibisce al “Festival dei giovani talenti” nel proprio paese, Bitritto.
Chiuso il progetto band precedente, nel 2013, entra a far parte di una nuova band i “The Latecomers” con la quale canta varie cover del repertorio Hard Rock anni ‘60-‘70, e si esibisce alla “Taverna vecchia del Maltese”, in Piazza Aldo Moro a Bitritto, al “Bitetto Arts Festival” (arrivando in finale), e al concorso “Liberi di sognare 2013” tenutosi al Redentore-Bari, vincendo qui il primo posto con la cover di “Carry on my wayward son” dei Kansas. In giuria, Francesco Loconsole di Radiosoundcity.
– Nel 2014 partecipa ad ulteriori concorsi locali e regionali da solista, arrivando in semifinale ad “Una voce da pub 3°ed.” ottenendo diversi consensi positivi da parte della giuria (composta da una componente del gruppo de “Le Faraualla” ed altri esperti del settore), riguardo la scelta dei brani, il timbro vocale e l’interpretazione.

– Arriva in semifinale al Videofestival Live (a Cattolica), concorso nazionale di rilevante importanza dove ha anche l’opportunità di seguire uno stage con Mara Maionchi, Silvia Mezzanotte (Matia Bazar), Alexia e Alex Peroni di RTL 102.5

– Arriva in finale al “Fasano Talent Fest 2014”, esibendosi accompagnato da una band di professionisti dal vivo a “Masseria Salamina” (Pezze di greco). In giuria, la cantautrice Erica Mou.

– Arriva in semifinale alla 57°ed. del Festival di Castrocaro (2014) dove ha occasione di conoscere uno storico Paolo Mengoli, Antonio Valsiglio produttore di Laura Pausini, e di apparire per la prima volta su Rai1 in seconda serata nel programma “Obiettivo Castrocaro”.

– Nell’estate 2014 apre il concerto di Mario Rosini, a Bitritto in Piazza A. Moro, in occasione del “Black Music Festival”.

– Apre il concerto di Nick Casciaro (Amici 2014), sempre nel suo paese, Bitritto.

– Arriva in finale al “Barimax music festival”, tenutosi a novembre 2014 nel centro commerciale, classificandosi al terzo posto, suonando in duo con suo fratello beatboxer “Fajah”.

– Nel 2015 intraprende un percorso di studio del canto con Serena Fortebraccio, artista e componente del quartetto vocale de le “Faraualla” presso “Il Pentagramma” di Bari.

– Contemporaneamente partecipa a vari workshop e master sul canto pop in Puglia, con Grazia di Michele, Fabrizio Palma, Graziano Galatone, Alessandro Bentivoglio, Andrea Rodini, Roberta Faccani, Luca pitteri, Gabriella Scalise e col maestro Fio Zanotti.

– Arriva in Finale al concorso “Sotto le stelle 2015” a Martina Franca, la cui giuria è presieduta da Grazia Di Michele, cantautrice affermata e insegnante nella nota accademia televisiva di “Amici” di Maria De Filippi, che gli attribuisce il Premio della critica.

– Arriva in finale al concorso “Una voce per il sud” col suo inedito “Strane Parti Di Me” esibendosi nella piazza di Manfredonia accompagnato dall’Orchestra della Rai “Suoni del sud”.

– Nel frattempo entra finalmente in studio per arrangiare il suo primo singolo ufficiale “Strane Parti Di Me, sotto la direzione artistica di OWT Studio (Marcello Magro / Guido Lioi), che uscirà su tutti i digital store a gennaio 2016.

“Strane Parti Di Me” è un brano autoprodotto, con la partecipazione artistica dell’amico Francesco Schiavone (Cambio Di Rotta) alle chitarre.

Il brano esprime la difficoltà nel gestire varie emozioni e “parti” del proprio animo, in particolare la difficoltà nel ritrovare se stessi dopo un rapporto ormai finito. Non è una canzone d’amore bensì un brano intimo e personale..che rispecchia alcune esperienze adolescenziali.

– Viene selezionato dalla direzione artistica di Radio Sound City per partecipare all’8°ed. del Premio Mimmo Bucci, ed esibirsi in finale al Teatro Petruzzelli il 30 gennaio 2016.

– Si esibisce alla maratona Live “Controfestival 2015” di Carlo Chicco, in diretta su Controradio.

A breve rientrerà in studio per completare la stesura del suo primo Ep ufficiale.